Belle dopo il parto (si fa per dire)

Prima un po di noi…

Fino a poco tempo fa quando entravo a casa di amici alzavo la maglietta per far vedere le tette facendo finta di nulla e tutti ridevano…. tra qualche mese compirò 34 anni… e sono incinta. L’ho saputo prima che le mie mestruazioni non venissero, forse l’ho saputo il giorno che ho copulato con il mio compagno in campagna al freddo e al gelo…. o perché mi facevo dei piatti giganti di pasta con la bottarga alle 5 del pomeriggio… non so perché ma lo sapevo.
Il test l’ho fatto a studio.
Come tutte le mattine ho preso l’autobus come faccio da un po di mesi, perché non ho più il motorino…è stato portato allo sfascio perché fuori legge. Esco di casa prendo il caffè che è un po troppo amaro …certe mattine può succedere. Decido di entrare in farmacia compro il test e percorro via tiburtina a piedi fino a piazzale del Verano dove prendo il 545 che mi lascia proprio vicino a studio salgo e lo faccio…
La mia vita sta per cambiare.
Sono felice? Ancora non lo so …mi viene solo da guardare il mio lavoro e di scuotere la teste… Dove li metto? Cosa faccio?
Tutta la vita ho pensato di fare questo ed ora come faccio?
Chiamo chi devo chiamare..e dopo aver detto un centinaio di volte o mio Dio… Mi siedo sul divano giallo e osservo quello che ho intorno.
Mi viene da piangere… sono felice… non lo so, sono triste si, un po.. Provavamo… ma non pensavo che potesse succedere a me.
Una delle prime cose che mi è venuta in mente è stata chissà se posso usare il seghetto alternativo o se l’acqua raggia fa male.
Sapevo già quando ho deciso di fare questo mestiere che la mia vita sarebbe stata precaria… perciò quando sento la parola giovani precari mi fa sorridere. Non ho mai pensato di avere un posto fisso o un contratto a tempo indeterminato… questo perché non è che non mi piace lavorare anzi non riesco a stare ferma…ma pensare tutti i giorni di fare la stessa cosa mi ha fatto sempre paura e fin da piccola ho deciso di votare la mia vita al precariato…

Seguo le formiche per vedere dove vanno…immagino la loro casa, fino ai più piccoli dettagli, mi sdraio con la testa verso l’orizzonte e vado via lontano stando ferma….troppo stretto…stiro il vestito più bello che ho, lo indosso.

(Viola)

Chat: “BELLE DOPO IL PARTO (Si fa per dire)”

29/03/14

12:01: Giordana: approfittando dell’assenza di Nino e della presenza di mia madre, oggi ho rivisto un amico che non vedevo da tempo…
Silkepil 😖

12:04: Viola: io non ho più capelli…aumentano solo quelli bianchi

12:05: Giordana: vai di china su cute

12:05: Viola: e più mi guardo e più vedo una pera

12:06: Giordana: Violè pesavi 50kg! appena smetti di allattare ci torni. Io 50kg non li vedo dalle scuole medie
sono 2anni che mi sono scofanata e la gravidanza ha dato lo sfascio finale
chiedi a tua madre se santa pupa c’ha un’amica per noi

12:09: Viola: il macellaio del mercato quando ero incinta mi disse…
mangia bene….
che mia moglie dopo essere rimasta incinta non è più tornata come prima

12:15: Valentina: Maledetto macellaio

12:15: Giordana: cornuto

12:19: Valentina: Sto vizio delle persone di voler estendere sul prossimo le proprie sfighe.
Macellaio nfame

12:24: Tina: Giordana sai come avevo interpretato il tuo messaggio? Che ti facevi il silkepil per vedere un amico: già pensavo male!!!

12:25: Giada: Pure io ahahah
Comunque il corpo dopo il parto nn è piu lo stesso
App me toccava la tizia saltavo

12:27: Gioia: Ahahhahaha

12:27: Valentina: Diglielo ai miei fianchi

12:27: Gioia: Ci vuole tempo per ritornare in forma donne
E tantissimo sacrificio
Oppure un gran culo
Ma sono in poche ad averlo
ANNUNCIO!!
Io sto andando al circo massimo al mercato bio delle cooperative agricole!
A qualcuna serve qualcosa!?!?
Li magari so più forniti del bio vicino le poste… Sicuramente più simpatici!!!

12:36: Giordana: grazie gioia, ma non ho idea. Un paio di tette no ogm?

12:50: Gioia: Guarda se le trovo ne prendo una ventina di paia..
Così un po’ per tutte

12:56: Tina: Mi raccomando a me con capezzoli nuovi!

13:05: Gioia: Naggia a te…
Stasera ti porto l’arnica..
Devi risolvere… Se si infettano di più rischi mastite
In ogni caso.. Li vuoi di quello sempre turgidi o retrattili
Io consiglio il tipo sempre turgido.. Così poi sai come rimorchi!!!

15:23: Giada: Comunque dicevo a livello di sensibilità! Porca zozza

15:23: Eleonora: Si è vero ma pure di emotività
Ma mi sa che volevate rimanere in ambito fisico

15:27: Giada: Ahahah vabbe quello mentale ciaoneee

15:27: Gioia: Ooooo mi sono persa
Di che si parla!?

15:27: Giordana: Giada con “ciaone” mi fai morì ogni volta 😂 non l’avevo mai sentito

15:30: Giada: Come no??? Ahahah è molto roman slang

15:31: Giordana: stupendo

 

Era mejo un Tamagotchi

Mettiamo da parte per un momento tutta la retorica romantica su quanto sia meraviglioso e appagante per una donna diventare madre. La vera verità è che con l’arrivo del tanto anelato primo figlio veniamo all’improvviso catapultate in un mondo nuovo fatto di notti prive di quella che era la loro caratteristica principale: il SONNO; tette che producono troppo poco latte (basterà a farlo crescere? O deperirà sotto i miei occhi per la mia scarsa produzione come novella mucca?) Oppure troppo latte (le tette grosse e di marmo le hai sempre desiderate ma con la mastite come contorno non è più tanto piacevole); disquisizioni infinite e molto particolareggiate su cacche molli, dure, gialle, verdi (si, anche verdi); rigurgitini che spesso sono rigurgitoni in grado di farti fare anche cinque cambi completi al giorno (te compresa) e altre tragiche amenità su cui, per il momento, sorvoleremo.
Tutto ciò mette a dura prova il nostro già fragile, grazie anche all’aiuto degli ormoni impazziti, sistema nervoso.
Insomma l’essere neo-mamma, da quel periodo magico che ci eravamo immaginate sin da bambine può trasformarsi in un vero e proprio incubo ad occhi aperti.
E, come se non bastasse, lo spettro che aleggia su tutte queste nuove ed eccitanti esperienze è l’isolamento totale.
Come fai a condividere con amici, fino a poco tempo prima compagni di uscite alcoliche e spensierate, esperienze prioritarie per te, ma probabilmente molto poco appassionanti per loro, come quella di essere riuscita, tramite apposita peretta di glicerina, a sbloccare la stitichezza che affliggeva la povera creatura e, di conseguenza, tutta la famiglia? E così oltre che stanche, terrorizzate dal dal duro compito che ci aspetta e con la paura dell’inadeguatezza sempre in agguato, ci si ritrova anche sole più di quando al liceo ti veniva un brufolo sproporzionatamente grande e dovevi richiuderti in casa per minimo una settimana.

A meno che tu non abbia avuto la fortuna di far parte di un gruppo di MAMME GIUOIOSE, che unite dal comune grido “SE NON SMETTERE DI PIANGERE, MI UCCIDOOO!”, si sono coalizzate in una chat . Una dimensione dove sfogarsi, consigliarsi, confrontarsi, ma anche e sopratutto, un luogo dove fottersene di apparire come una mamma sempre felice e appagata da ogni scureggia di suo figlio.

Qui troverete degli estratti della chat… Spiate senza ritegno!

 

TU PARTORIRAI CON DOLORE

28/03/14

07:56: Viola: tu partorirai con dolore e dolore e molto dolore 
sono entrata in salsa parto dopo due giorni di travaglio a casa…
non mi hanno mai fatto alzare (dicono che sdraiata è più doloroso)
un goccio di epidurale costata 400 euro
mi hanno dato Charlie dopo un secondo che è nata e nessuno se le più presa
tutti santini attaccati che Lorenzo nascondeva…
dopo ultime sei ore di fatica..
Sig Lorenzo vuole entrare?
Si si.
Entra, ultime due spinte…
appena esce Carlotta,
signore vuole tagliare il cordone.
Forse meglio di no, non mi sento bene….e sviene

08:16: Giordana: 😂 io ho costretto Nino a venire in sala operatoria con me
il tuo lapsus che sei entrata in “salsa parto” dopo 2gg di travaglio è magnifico
mai espressione fu più azzeccata
a me il travaglio l’hanno (inutilmente) indotto col kalasnikov
comunque, a parte il nido, il mio H è stato ottimo e mi hanno drogata di toradol😍

08:26: Viola: che buono
io non sono mai stata così lucida in vita mia

08:29: Giordana: no aspè, toradol post partum. prima induzione ️- travaglio – inutile cesareo – toradol

08:29 Gioia: Io sono stata trattata benissimo e drogata tantissimo…
Unica cosa che non sapevano come affrontare era il mio problema Tette…

08:29: Giordana: Gioia con tutti i soldi che gli hai dato avrebbero anche dovuto fornirti di vagina di ricambio

08:29: Gioia: Mi chiamavamo Tette di marmo in tutto il reparto
Si avrei potuto farmi una vacanza di circa 6 sei mesi in qualche posto caldo

08:29: Viola: comunque mentre mi cucivano io rassicuravo Lorenzo che era dietro di me mezzo svenuto

08:30: Giordana: miiii
e anche di un set di tette

08:48:Elisabetta: Buongiorno che bello mi sono svegliata ora…
io induzione per 10ore 9 cm di dilatazione e cesareo in urgenza perché Lola era in sofferenza cardiaca. .

08:51: Giordana: che sfiga ema! con dilatazione 9 il cesareo è una bestemmia

08:52: Elisabetta: Eh già e l’induzione continua per 10 ore è da morire
Praticamente 2 parti

09:03: Giordana: io pure induzione per 24h ma non è stata devastante e, soprattutto, non l’ha mossa di 1mm

09:03:Valentina: Due induzioni. Una un giorno, fallita (iper contrazioni troppo ravvicinate e dolorosissime) poi pausa un giorno e seconda induzione due giorni dopo fallita anche lei. (E violenza di contrazioni oscena! Ogni uno/due min). 
Totale Due travagli di 8 e 12 ore rispettivamente.
Tre giorni. No cibo. Quindi anche molte energie.
Il personale dell’ospedale mi prendeva per il culo (partorivano tutte ed io tornavo in stanza dopo sala travaglio sempre con panza): ancora qui stai?Finalmente anestesia alla dodicesima ora del terzo giorno (la genesi duró di meno). Peccato che non mi fa effetto. Cesareo con anestesia totale.
Quello che ho imparato almeno è che La prossima volta, nel parto o ovunque, mi dovrò fidare più del mio corpo e del mio istinto e meno di chiunque altro (medici inclusi)
Fine della pippa delle 9 e 03

09:09: Tina: Madonna Valentina che incubo. Comunque è sempre così: se ne approfittano che stai in balia loro e che in quel momento non hai la forza/il coraggio di imporre la tua volontà

09:09: Elisabetta : Mamma mia pure tu bell’esperienza

09:12: Tina: Non te ne fare un cruccio, capisco la rabbia e la frustrazione però in quei momenti la lucidità se ne va a farsi fottere

09:15: Ambra: Ragazze. Io ho partorito al cristo re. Esperienza bellissima. Li adoro!!!!

09:16: Valentina: Solo che poi elabori le cose…e ti fai mille domande. Le settimane dopo non riuscivo a parlarne senza piangere!

09:17:1 Elisabetta : Capisco

09:17:Valentina: Lo immaginavo molto diversamente e tutto naturale!

09:20: Giordana: Valentina mi ricordo che sei venuta al consultorio con Aurora che preannunciava il tuo parto devastante. Ma tu eri fisicamente fresca come un fiore e mi dicevo “ammazza, e com’è questa quando sta in forma allora?”😜

09:20: Valentina: Ah ah ah FRESCA???? Ma se ero una carcassa???

09:21: Giordana: ma deambulavi una bellezza, viso luminoso, capelli puliti..

09:23:Tina: Anch’io mi ricordo che, rispetto a noi derelitte che avevamo partorito da mesi, tu stavi ‘na favola

10:05: Gioia: Ragazze ho letto ora…
Mamma mia che incubo che avete vissuto!!!
Eppure dovrebbe essere la cosa più naturale del mondo…
Invece più andiamo avanti con gli anni più i medici sembrano non capirci in ca del parto delle donne
Io per fortuna avevo il gine super di fiducia migliore amico di papà.. Mi ha vista crescere oltre ad avermi fatta nascere

10:07:Giordana: guarda, alla fine meglio così, era 4.2kg con una capoccia da playmobil. mi avrebbe distrutta

10:08: Gioia: Altrimenti lo so che avrei avuto la fantastica esperienza del parto asciutto..
Lei all’asciutto e ancora altissima…
Tutti volevano farmi aspettare ancora a termina scaduto da più di una week e la placenta completamente infartuata